venerdì 30 settembre 2011

dal notaio

un intero pomeriggio dal notaio mentre fuori splende il sole non lo augurerei al mio peggior nemico. Siamo venuti a comprare il pezzo di terra davanti alla casa al mare: una decina di alberi d'ulivo, un bello spazio per mettere un'amaca, due sedie. Insieme a noi ci sono i proprietari delle case accanto. I mariti hanno un'aria placida, rassegnata; le mogli invece impugnano le mappe catastali come randelli, discutono di metri quadri e di confini come se si trattasse di una questione di vita o di morte. Come fanno ad essere così agguerrite? Uscirò mai da questa stanza?

Nessun commento: