giovedì 13 ottobre 2011

Drive


lui e lei sono vicini di casa e non appena i loro sguardi si incrociano e’ amore a prima vista. C’e’ anche un bambino, ma non e’ un problema, lui ci sa fare con i bambini, quello di lei e’ conquistato dalla sua gentilezza. L’atmosfera cupa con cui si apre il film fa presagire un finale tutt’altro che lieto. Lui e’ l’attore Ryan Gosling, bravissimo a passare da una faccia inespressiva a un sorriso travolgente all’aria di chi non conosce pieta’. Fa la parte di un meccanico-stuntman-pilota che in passato guidava la macchina per rapinatori e ora ha deciso di cambiare vita. A far precipitare gli eventi e’ l’uscita dal carcere del balordo marito di lei che lui vuole aiutare contro il suo interesse. Si guida molto in questo film, si spara molto, schizza molto sangue eppure e’ la storia d’amore impossibile a restare nel cuore dello spettatore, il languore infinito del bacio in ascensore, la concisa dichiarazione al telefono.

Nessun commento: