sabato 22 ottobre 2011

i vinti

in questi giorni di grande attività mi e' capitato di incrociare un paio di persone spente: un montatore e una programmista che sembrano affrontare il lavoro con un misto micidiale di sofferenza e indifferenza. Hanno i loro buoni motivi: il montatore, pur bravo, lavora solo saltuariamente e su quello che capita; alla programmista tocca ogni settimana andare fuori dai cinema a chiedere alla gente pareri su film che non ha visto e che non vedrebbe neppure costretta, ma e' terribile vedere qualcuno portare in faccia i segni del proprio quotidiano scontento.

Nessun commento: