venerdì 21 ottobre 2011

nel Teatro delle Vittorie

Frizzi è in ritardo per la registrazione dei Soliti ignoti. Se lui non comincia, si allontana il momento in cui i due attori potranno uscire dallo studio e farsi intervistare da me. La giornata è stata più pesante di quanto immaginassi: villa borghese era occupata da una manifestazione e ho dovuto attraversarla a piedi per raggiungere la Casa del Cinema. La troupe era bloccata nel traffico. La conferenza stampa del Grande fratello prima non cominciava mai e poi non finiva mai. Prima di poter rivolgere due domande ad Alessia Marcuzzi, mi sono sorbita tre interminabili interviste sulla sua bambina, il suo compagno il suo peso ritrovato. Senza mangiare, sono corsa alla Dear per l'intervista via Skype al tizio di Anobii. Fondata ad Hong Kong da un certo Greg, che si è ispirato a Facebook, la piattaforma dedicata ai lettori è stata comprata dalle più importanti case editrici inglesi. Per ora esponiamo i nostri giudizi sui libri, tra poco ci venderanno gli i-book. Dalla Dear sono venuta qui. È un'ora che aspetto e mi sono anche schiacciata un dito nella macchinetta per pagare il parcheggio. Un applauso: è arrivato. Intravedo una luce in fondo al tunnel, forse non dormirò qui.

Nessun commento: