domenica 20 novembre 2011

Ah, la vecchia Bur!

"Ho amato la prima Bur come si può amare un libro assai prima della pattuizione con la morte. Quei libri, umili, grigi, un poco degradati erano la grappa quotidiana di un giovane alcolizzato" sono parole di Giorgio Manganelli riportate nel libro Ah, la vecchia Bur!, Storie di librai e di editori. Marco Vitale ha intervistato Evaldo Violo, direttore per trent'anni della collana economica più famosa d'Italia, quella con le traduzioni più curate, con le introduzioni e le note migliori: ne emerge un avvincente storia dell'editoria milanese dal dopoguerra a oggi. Da Mario Spagnol a Edmondo Aroldi, da Alberto Mondadori a Oriana Fallaci da John Alcorn ad Attilio Veraldi: una galleria di ritratti di persone più o meno famose che credevano nel libro e lo mettevano al centro della propria vita, oltre che del proprio lavoro, che fossero editori, traduttori, grafici, o scrittori.Violo racconta un'epoca di grandi passioni intellettuali, spazzata via poco alla volta dall'avvento del marketing; il libro non indulge nel rimpianto, si limita a testimoniare un passato glorioso, dal quale si potrebbe ripartire, se solo si volesse.

Nessun commento: