giovedì 3 novembre 2011

che cazzo di ingegnere

papa' mi racconta al telefono la sua lezione di tango di ieri. A un certo punto, spazientito perché non riusciva a fargli fare i movimenti giusti, l'insegnante l'ha insultato, che cazzo di ingegnere sei che non capisci un passo? Invece di prendersela, papa' ha riso e ha addotto come scusa la sua eta' avanzata. A quel punto il suo aggressore si e' profuso in complimenti, non ti avrei mai dato ottantadue anni, massimo settantacinque. Anche le ballerine si sono date da fare per consolarlo. Come trasformare un affronto in una rivincita.

Nessun commento: