martedì 15 novembre 2011

come mi rimotivo

ho cominciato a dire no: no a un articolo per la rivista messicana Zocalo sulla caduta di Berlusconi (la mia amica Graciela, mia grande sponsor, l'avrebbe tradotto in spagnolo), no a un dossier sui romanzi distopici per Liber, no a nuove letture di libri in inglese per ragazzi, almeno per un po'. Mi sento in colpa, ma meglio sentirmi in colpa che crollare sotto il peso di impegni incrociati. Il problema e' che il mio calo di energia riguarda anche il lavoro in rai. E' tutto così confuso, così casuale. Come faccio a trovare delle motivazioni per andare avanti? In attesa di motivazioni cerco di ritrovare energie: tornando a casa, mi sono fermata in farmacia, ho comprato un bel tubetto di vitamine colorate. In mancanza di altro, mi affido a loro.

Nessun commento: