domenica 13 novembre 2011

il cibo familiare

ci sono dei momenti in cui apprezzi più del solito il cibo familiare, perché ti senti debilitata, perché non hai la forza di cucinare, perché anche se ti impegnassi non otterresti quei risultati, perché nessun ristorante potrebbe darti la stessa sensazione rigenerante. Quando vivevo con il marito a Milano, ogni tanto sentivo acutamente la mancanza di un pranzo dai miei o dai suoi, uno di quelli in cui ti devi solo sedere e mangiare, uno in cui ritrovi sapori noti e rassicuranti, uno come quello che oggi mia suocera ha fatto a noi e papa': lasagna bolognese, roast-beef, patate al forno, verdura, pizza di scarola, crostata di visciole, tutto ottimo, tutto abbondante. Oggi mi sarebbe piaciuto avere a tavola mia sorella Isabella. Lavora come una matta, ha appena avuto la polmonite. Chi le fa un buon pranzo domenicale a Indianapolis?

Nessun commento: