domenica 27 novembre 2011

Miracolo a Le Havre

capelli grigi, meravigliose facce di uomini e donne scavate da rughe, un quartiere di case baracche vicino al porto: la Le Havre che racconta Kaurismaki e' la città in cui un vicino malefico puo' fare la spia per far arrestare un ragazzino del Ghana che vuole solo raggiungere la mamma a Londra, ma e' soprattutto la città in cui ci si può organizzare tra vicini in modo da salvargli la vita a quel ragazzino, in cui un ispettore triste vestito di nero può diventare complice dei cospiratori e una donna può sconfiggere il cancro per non lasciare solo il suo uomo. Molto bello e molto kaurismachiano il protagonista, metodico lustrascarpe con un passato bohémien, cultore dell'amore, dell'amicizia e del vino.

Nessun commento: