martedì 29 novembre 2011

miracolo nel condominio

essendo terribilmente disordinata nel corso degli anni mi e' capitato di perdere gioielli che avevano in primo luogo un grande valore affettivo: l'anello di fidanzamento comprato ad Amsterdam in uno dei viaggi con il mio futuro marito, gli orecchini con in fondo le perle che mi aveva regalato mio padre ad un compleanno. Ieri mi sono accorta di averne combinata una delle mie: un paio di preziosi orecchini si erano impigliati in mezzo a un braccialetto che avevo indossato. Un orecchino mi e' caduto in casa, dell'altro non c'era traccia. Ho chiesto a Julia di fare attenzione quando passava l'aspirapolvere, poi sono uscita e al lavoro non ci ho più pensato. Appena entrata in casa sono corsa speranzosa allo scaffale dove avevo messo l'orecchino superstite, quasi sperando che facesse da richiamo all'altro, ma era ancora li' tutto solo. Il tempo di provare una fitta di dolore, bussa il citofono, e' il portiere, dice, vorrei ridarle il suo orecchino, una signora l'ha trovato vicino al cancelletto e me l'ha portato, Julia mi ha detto che lei lo cercava. In questa storia ci sono tre brave persone e una sbadatona che per una volta ha avuto una grande fortuna e che per un po' i gioielli li lascerà nel cassetto.

Nessun commento: