mercoledì 30 novembre 2011

Pietro Grossi e i suoi personaggi

da lunedì il portale di letteratura parlerà di amicizia. Mi e' venuto in mente il romanzo di Pietro Grossi, Incanto e oggi ho fatto un'intervista via skype all'autore. E' nato nel '78, ma a vederlo attraverso lo schermo del computer sembra ancora più giovane. Era a Firenze a casa dei suoi e non deve amare molto le interviste, perché all'inizio le sue risposte erano brevi ed elusive. Poi si e' lasciato un po' andare: mi ha fatto venire i brividi quando ha detto che la moto che i tre amici restaurano e usano a turno e' la donna condivisa e di donna ha anche il nome (avevo notato che nel romanzo spirava un'aria maschilista, ma fino a questo punto non c'ero arrivata). Mi e' piaciuto invece quando mi ha detto che i tre protagonisti rappresentano ognuno una sua aspirazione: la mente matematica di Jacopo, la bravura in moto di Biagio, il sarcasmo e la ricchezza smodata di Greg. Altro elemento che mi ha colpita: gli ho chiesto delle sue letture da ragazzo e ha candidamente ammesso di essere arrivato a leggere tardi e perché voleva scrivere e non viceversa. Sono strani i giovani scrittori.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Dal momento che l'amministratore di questa pagina web sta lavorando , senza dubbio molto presto sarà famosa , grazie ai suoi contenuti di qualità.