giovedì 1 dicembre 2011

insegnare a scrivere

l'amica di mia figlia, Livia, ha preso quattro e mezzo in italiano. E' molto triste e preoccupata, mi dice, il problema non e' questo tema, e' che sono arrivata in terza liceo senza saper scrivere, non ho mai imparato a farlo, non so dove mettere le virgole e faccio frasi troppo lunghe e sconclusionate. Mi propongo di aiutarla. Ci penso un po' su e poi scelgo un racconto breve. Lo pesco nella mia libreria, poi preparo una piccola pila di libri per poter proseguire con autori diversi se l'esperimento dovesse funzionare. La mia idea e' che lei legga le cinque-sei pagine di "Giochi al crepuscolo" di Anita Desai e che provi a riassumermele in breve. Per agevolarla, in questa fase iniziale, le ho scritto cinque punti (dove si svolge il racconto, in che periodo dell'anno, chi e' il protagonista, cosa succede, come va a finire, come cambia lo stato d'animo dei personaggi nel corso della narrazione, che impressione ha avuto lei del racconto). Dovrebbe fare questo esercizio nel week end e consegnarmelo lunedì. Lo farà, non lo farà? Intanto ha risvegliato la mancata insegnante d'italiano che si nasconde in me. O la maestrina, come dice Giulia.

Nessun commento: