sabato 17 dicembre 2011

la scelta del liceo

tra un mese o giù di li' scatta la scelta del liceo per il figlio, una delle ultime grandi scelte familiari (sull'università saranno molto più autonomi, credo). Sull'indirizzo ha le idee chiare, vuole fare lo scientifico, in matematica va benissimo. Ci sono due alternative in Prati, il quartiere dove stiamo per trasferirci: il Mamiani e il Talete. Entrambi in edifici storici, a pochi metri di distanza l'uno dall'altro i due licei non potrebbero essere più diversi: il primo maestoso, ben tenuto, frequentato dall'elite, pieno di professori snob, felici di misurarsi con ragazzi ricchi e acculturati; il secondo enorme e fatiscente, con insegnanti bruttarelli e senza pretese, pare ben preparati. Il Mamiani pero' e' un classico con solo tre sezioni di scientifico, la sua domanda potrebbe non essere accolta e potrebbe, una volta iscritto, soffrire con insegnanti di italiano e latino troppo esigenti. Il motivo fondamentale per cui al momento propendo per il Talete pero' e' che non vorrei separare il figlio dal suo amico Simone, che sta con lui dalla materna: Simone al Mamiani non ci va perché suo fratello ci si e' trovato male. E se al Talete gli cadono i calcinacci in testa? Se la scuola viene chiusa per allagamento? E frequentare ogni giorno aule sgarrupate non influisce sull'umore degli alunni, sul loro rendimento? Com'e' complicato scegliere.

Nessun commento: