domenica 18 dicembre 2011

Le idi di marzo


di Ryan Gosling mi ero gia’ innamorata in Drive; per il suo quarto film da regista George Clooney non si limita a scegliere il miglior protagonista possibile, lo circonda con attori come Paul Giamatti, Philip Seymour Hoffman (oltre che con se stesso). Le Idi di marzo ha un ritmo molto serrato: ci sono le primarie tra due candidati democratici e Stephen (Ryan Gosling), un giovane addetto stampa che ha il potere di incantare i giornalisti, sembra destinato a far vincere Morris, il suo candidato. Stephen e’ bravo nel suo lavoro, ma a distinguerlo dagli altri e’ soprattutto che lui a Morris, al suo programma, alle idee di giustizia sociale, rinnovamento e pacifismo ci crede sul serio. Ci si mette di mezzo una ragazza e tutto precipita. In politica dall’idealismo al cinismo piu’ spinto il passo e’ rapidissimo, questo ci racconta Clooney, in un film intelligente, ben scritto e ben recitato che lascia l’amaro in bocca.

Nessun commento: