lunedì 23 gennaio 2012

Bruno


di Bruno Schulz ha scritto Grossman: “è uno di quegli autori la cui opera, come pure la personalità e la vita, è spesso soffusa da un alone di meraviglia e di mistero”. A Schulz e alla sua fine prematura per mano di un nazista e’ dedicato il libro di Nadia Terranova con le illustrazioni di Ofra Amit. Lo pubblica la casa editrice Orecchio acerbo. Nadia  Terranova ha scelto di raccontare l’autore delle Botteghe color cannella come il personaggio di una fiaba: una fiaba in cui l’eroe muore, ma la sua opera no, perche’ viene ritrovata dopo la sua morte. Con un linguaggio chiaro che non edulcora la realta’, ma ne omette gli aspetti piu’ brutali l’autrice ricostruisce le tappe fondamentali della vita di Schultz. Bruno e il padre, Bruno e il suo lavoro di insegnante, Bruno e l’ufficiale che gli spara senza motivo: nelle tavole di Ofra si perde la forza di gravita’ per dar spazio al volo della fantasia. Bello e struggente, adatto a lettori di ogni eta’.

Nessun commento: