domenica 1 gennaio 2012

Emotivi anonimi

"Purche' non ci succeda niente" e' il motto del padre di Jean-René e lui cresce con la paura di tutto. La mamma di Angelique invece e' una che si fa una copia della chiave dell'appartamento della figlia e la usa per portarsi a letto il primo che incontra. Jean-René e Angelique hanno entrambi buoni motivi per essere bloccati da una timidezza mostruosa: un colloquio di lavoro, un incontro amoroso diventano per loro momenti drammatici da evitare ad ogni costo. In Emotivi anonimi il regista Jean-Pierre Ameris mette in scena un amore a prima vista sullo sfondo di una fabbrica di cioccolatini: il rischio di eccesso di zucchero c'e', ma la bravura, l'autoironia dei due protagonisti e dei comprimari riesce a rendere il film gradevole e consolatorio come del buon cioccolato fondente.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ero sicuro che ti sarebbe piaciuto