mercoledì 11 gennaio 2012

Il libro Cuore e altre storie

nella prima delle sue apparizioni in scena Lucia Poli è una dirigente scolastica. Legge sconsolata la lettera che le hanno inviato dei genitori, contrariati dalla presenza di ragazzi stranieri accanto ai loro figli. Criticano la sua impostazione mentale "alla libro Cuore". Parte da qui una divertita e commossa rievocazione del romanzo di De Amicis: Enrico Bottini e Carlo Nobis si incontrano per caso da grandi. Ricordano i loro contrasti e i compagni di classe: da Garrone a Derossi, dal muratorino a Franti. Lucia torna nei panni della maestrina della penna rossa e in quelli della madre di Enrico (la sua interpretazione della genitrice ricattattoria e castrante è strepitosa). È bella questa rilettura di Cuore che riconosce a De Amicis le buone intenzioni, il sincero patriottismo, e insieme ne evidenzia i tremendi difetti, primo tra tutti la retorica. Il sipario si chiude e con un salto temporale siamo all'oggi scolastico visto da Stefano Benni. C'è un preside ossessionato dal POF, un insegnante che vuole trasformare la scuola in un club vacanze e ci sono le stralunate e malinconiche prof di Lucia Poli. Chiude lo spettacolo un testo di Pasolini. In platea è entrato per primo Paolo Poli. Invecchiando, i due fratelli sono sempre più simili: alti, dritti, caustici e sorridenti, pieni di energia e di cose da dire. Uno spettacolo da non perdere.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

grazie, viene davvero voglia di correre a vederlo

Anonimo ha detto...

Bello ! Voglio vederlo, fino a quando lo fanno?
Ciao

volevoesserejomarch ha detto...

E' alla Cometa fino al 29 gennaio