martedì 27 marzo 2012

chiusure e svendite

nel giro di un mese tre negozi del quartiere Flaminio che erano qui da sempre hanno chiuso: il mercatissimo dove mia madre ci comprava le scarpe da ginnastica quando eravamo piccole e l'alimentari e il fruttivendolo sulla via Flaminia. Un conto sono i negozi volanti, quelli che aprono per una stagione, poi falliscono, un altro conto i punti di riferimento degli abitanti della zona. Resisteranno solo i discount, i supermercati, i grandi magazzini sul raccordo? Chi prenderà il posto delle vecchie botteghe? Basta che non sia l'ennesima banca.

Nessun commento: