mercoledì 21 marzo 2012

i libri brutti

ci sono tanti tipi di libri brutti: libri non riusciti fino in fondo, libri con difetti di trama, di linguaggio, libri prevedibili, libri noiosi, libri inutili. I peggiori sono i libri insinceri, scritti tanto per aggiungere la voce scrittore alla propria biografia, per godersi il piccolo clamore della pubblicazione.  Ho un argomento forte, nell'ambiente culturale mi conoscono tutti, parto con una bella citazione, ci metto una spruzzatina di storia, considerazioni ponderate, un pizzico di autobiografia, sesso appena un accenno, e voila'. Tanto si sa che in Italia i giornalisti a stento leggono la quarta di copertina. I libri brutti sono tanti come le brutte persone, il vantaggio e' che puoi disfartene più facilmente.

3 commenti:

Cecilia Christine ha detto...

Sesso solo un accenno?
Io ogni volta che leggo un libro italiano - mannaggia ai pesci rossi, sono proprio sfigata perché li pesco a casaccio - c'è sempre una dose abbondante di sesso, e le donne sono sempre o supersexypornotettaesplosiva o corpoflaccidocadentemavabenelostessoperchépoipasssoaunaventenne ...

volevoesserejomarch ha detto...

hai ragione, gli scrittori italiani non si fanno mancare niente in fatto di sesso maschilista e le scrittrici italiane spesso fanno loro il verso; i libri brutti che mi bruciavano sul tavolo quando ho scritto il post invece ne sono stranamente privi...

Anonimo ha detto...

vogliamo i nomi!