domenica 8 aprile 2012

benedetti avanzi

cielo coperto, nessuna fretta di partire per il mare, nessun impegno pasquale. Ci alziamo tardi, finisco di leggere il libro per Giunti sulla ragazzetta inglese che vuole fare la paleontologa e viene scelta come testimonial da una famosa stilista (perché continuo a dire di sì a queste letture sceme che mi sottraggono tempo?), colazione con torta. In un attimo arriva l'ora di pranzo e abbiamo gli avanzi del pranzo di ieri: tagliatelle e cotolette della suocera, non devo far nulla. Ora è spuntato il sole, possiamo partire. Sembra di essere alla vigilia di una lunga partenza e invece martedì lavoriamo. La vera vacanza sarà il 25 aprile in Turchia, per una volta i ragazzi non vedono l'ora. Che bella quest'aria primaverile.

Nessun commento: