lunedì 9 aprile 2012

era stufo

negli anni Umberto Bossi ci ha abituato alle sue sparate, un po' come il suo sodale Berlusconi. Abbiamo imparato a non ascoltarlo. Ora che gli manca la terra sotto i piedi non rinuncia al suo atteggiamento da bullo da strapazzo. L'autista di Renzo, suo figlio, per paura di venire coinvolto nell'inchiesta ha messo su internet un video in cui si vede che procurava al giovane mazzette di contanti per il suo uso privato prelevandole dal tesoriere della Lega. Renzo da' le dimissioni (che altro poteva fare per evitare il linciaggio da parte degli ultimi militanti del partito?) e il padre dichiara, bene, erano già due mesi che mi diceva che era stufo. Un incarico, quello in Regione, ben retribuito (dodicimila euro al mese) ma evidentemente non adeguato all'intelletto del Trota. Quando si farà un'antologia dei detti bossiani, non bisogna dimenticare era stufo.

Nessun commento: