martedì 10 aprile 2012

ingiustizie

in palestra sono sempre di corsa, ma non mi e' sfuggita la storia di Francesca, l'insegnante più brava e più seria. Francesca e' arrivata in palestra sulla scorta del suo fidanzato istruttore, allora molto innamorato di lei. Poi si sono lasciati e lui e' salito di grado, diventando direttore dei corsi. Ora che lei si e' conquistata un pubblico di fedelissime che affollano i suoi orari, lui ha deciso di farla fuori. Le ha tolto le lezioni di zumba, affidandole a uno pseudo cubano, solo perché lei aveva fatto notare che c'era troppa gente e lo stereo non funzionava. Vuole toglierle anche le ore di ginnastica per darle ad un'altra. Francesca, che e' sottile come un giunco, continua a deperire; non le resta che andarsene: altrove non mancherà di farsi apprezzare. Protestare non serve. L'unico lato positivo della faccenda e' che non dovra' più avere niente a che fare con un uomo così meschino.

Nessun commento: