lunedì 28 maggio 2012

il back stage

stamattina sono uscita di casa di cattivo umore pensando al back stage che mi aspettava. A Milano hanno deciso che per l'ultima puntata volevano un servizio in cui apparisse tutta la redazione: per una volta si sono ricordati di noi e ci hanno mandato una troupe. L'idea che qualcuno potesse riprendermi con la telecamera mentre ero seduta al mio computer mi innervosiva parecchio, così come mi innervosiva lo spreco di una troupe in un momento in cui risparmiano su tutto. Come operatore e' arrivato Cristiano, da noi soprannominato la mummia per la sua imperturbabilità. Abbiamo fatto la nostra videoconferenza del lunedì con lui presente e dopo un attimo ce lo siamo dimenticato: oggi la sua mancanza di partecipazione sul lavoro e' stata utile. Dopo un'oretta Cristiano ha fatto un segno di resa, ha estratto la cassetta dalla telecamera e si e' dileguato. Un back stage tutto sommato innocuo.

Nessun commento: