sabato 19 maggio 2012

il mio pomeriggio

sola in casa: il marito, non contento di aver passato la mattina a trasportare pesantissimi pacchi nella nostra nuova dimora, ora e' a un brico center; i figli, che hanno fatto gli esami d'inglese, sono andati uno a giocare a pallone, l'altra a un aperitivo. C'e' un gran disordine: potrei mettere a posto, fare un dolce o organizzarmi un cinema. Ma sono a pag.264 di Adam Bede (il romanzo di George Eliot che di pagine ne ha 631) e la storia si fa appassionante: che cosa combinerà l'affascinante e sciocchissima Hetty contesa tra il ricco e inaffidabile Arthur, che la fa sognare, e Adam che e' serio, onesto, di bell'aspetto, ma le pare troppo umile e ovvio? Altro che ordine, torta, film, qui c'e' pane per i miei denti. Aspettavo per leggere questo libro una lunga vacanza; alla fine la mia vacanza e' staccare da tutto e immergermi nella sua lettura.

Nessun commento: