domenica 24 giugno 2012

dopo il trasloco

stanotte il caldo non ci ha dato tregua. C'era l'aria condizionata ma, non essendo ancora il marito capace di regolarla, una specie di vento ci teneva svegli. Poi c'erano il traffico a cui non siamo abituati, il cuscino nuovo che ho dovuto cambiare, la troppa stanchezza. Sono scappata in palestra, non perché avessi bisogno di esercizio fisico, ne ho fatto fin troppo in questi giorni, ma per riassaporare la mia routine, dopo tanto sconvolgimento. Abbiamo invitato a pranzo la suocera, viene a patto di portare lei il cibo. Non si aspetta tanto sporco e disordine.

Nessun commento: