venerdì 22 giugno 2012

L'esclusiva


al centro del romanzo di Annalena McAfee c’e’ lo scontro tra due giornaliste: l’anziana Honor Tait, decana dell’inchiesta sul campo e la giovane Tamara Sim, specializzata in gossip e classifiche. Tamara spera di salire di rango grazie a un’intervista a Honor; Honor accetta l’incontro per rilanciare la sua immagine in vista di una riedizione di scritti di cui ha bisogno per sostentarsi. E’ una gara di antipatia la loro: Honor odia la vecchiaia e detestando se stessa, detesta tutti gli altri; Tamara e’ strutturalmente incapace di ascolto, ossessionata dal desiderio di scoop e si annoia facilmente. Tamara, che e’ stata cacciata di casa da Honor (ci ha messo poco la vecchia volpe a scoprire che la ragazzetta non ha neppure letto il suo libro), non si rassegna e pedina la sua antagonista. Finisce per scoprire la  misteriosa relazione dell’arcigna signora con un bellissimo giovane e a quel punto nessuno puo’ piu’ fermarla. Ambientato nel 1997, L’esclusiva offre un irresistibile ritratto  del mondo del giornalismo inglese nel passaggio tra il dominio della carta stampata e l’insorgere del web. Non c’e’ nostalgia per il tempo andato (Honor e’ piena di rimorsi per aver assistito impassibile ad orrendi massacri) e non c’e’ alcuna simpatia per l’approssimazione e la malafede dei giornalisti di oggi. Annalena McAfee e’ la moglie di Ian McEwan; il suo libro e’ bello come quelli di McEwan, ma molto piu’ divertente.

Nessun commento: