domenica 5 agosto 2012

in treno di notte da solo

l'aereo da Londra del figlio doveva atterrare alle otto di sera. Avevamo concordato con la mamma di Simone che l'avrebbe messo sul treno delle nove e venti. A quest'ora l'avremmo preso a Formia. È arrivato con più di un'ora di ritardo, ora è sul treno che parte alle undici e arriva a mezzanotte. Si è svegliato prestissimo stamattina: se si addormenta e sbaglia fermata? Se lo rapinano? Sono morta di paura e mi chiedo come ho potuto concepire un piano così scriteriato. Come mi passa questa ora? Tutto per poter partire con la barca domani all'alba. Fanculo la barca.

1 commento:

Anonimo ha detto...

E' arrivato tutto ok?