mercoledì 8 agosto 2012

Maddalena e Isabella

Maddalena si cuoce al sole per ore perché le piace e pensa di incamerare vitamina D; Isabella al mare si increma tanto da sembrare una mummia per proteggersi la pelle e perché con un po' di fard simula l'abbronzatura. Maddalena adora il cibo e dalla ciambella fritta delle nove al pecorino sardo della sera non conosce la parola rinuncia; Isabella si sente in colpa per ogni cosa che mangia se non è a zero calorie. Maddalena d'estate indossa lunghi caftani e ciabatte; Isabella porta sempre in valigia tacchi e vestitini. Maddalena (e suo marito Domenico) mandano avanti i figli come arieti, che si tratti di tuffarsi da otto metri, di un corso di vela in Francia, di una guidata di notte su una jeep malandata; Isabella (e suo marito Giuseppe) vorrebbero tenere la figlia sotto una campana di vetro: niente bagno di notte, non ti allontanare, pensa solo a studiare. Maddalena strapazza la prole di cui non è mai contenta; Isabella non ha occhi che per la figlietta, che per lei è il culmine della perfezione. Maddalena per le vacanze pianifica avventure in luoghi estremi; Isabella viaggi organizzati dove è tutto compreso. Maddalena ha trovato la sua patria a Zurigo, dove il merito è riconosciuto e le regole sono fatte per essere rispettate; Isabella si trova benissimo a Indianapolis, dove l'apprezzano sul lavoro, Margherita frequenta una scuola bellissima e abitano in un comprensorio con una grande piscina. Io sono la sorella di mezzo, di nome e di fatto. Vivo a Roma che amo e detesto in uguale misura e l'America e la Svizzera mi paiono entrambe molto faticose.

1 commento:

azzurropillin ha detto...

anch'io sono la sorella di mezzo. credo che sia la posizione più scomoda, tra l'incudine e il martello. però non avrei voluto essere figlia unica.