martedì 4 settembre 2012

Il Commissario Nardone

non sono una fan di Sergio Assisi, il tipo del napoletano piacione fissato con il caffè (nell'intervista che gli ho fatto oggi rivendicava con orgoglio di aver introdotto tra le battute del suo personaggio il tormentone sul caffè imbevibile dei milanesi) non mi entusiasma, ma bloccare la messa in onda di una sua fiction in sei puntate per piu' di due anni mi pare una gran carognata, oltre che un gesto autolesionista da parte dell'azienda (chissa' quanti altri ne avra' fatti il direttore uscente di rai fiction, senza mai rispondere a nessuno del suo operato). Il Commissario Nardone s'ispira al personaggio realmente vissuto del poliziotto avellinese che alla fine degli anni quaranta a Milano invento' la squadra mobile. Il regista Fabrizio Costa ha fatto miracoli per lombardizzare e invecchiare Belgrado; Andrea Purgatori e gli altri sceneggiatori hanno immaginato l'ennesimo commissario dal cuore d'oro e dalla battuta pronta, adorato dai sottoposti e osteggiato dai superiori. Senza infamia e senza lode. Da giovedì sera su raiuno.

Nessun commento: