giovedì 27 settembre 2012

in trasferta

salire su un treno alle otto, sapere che a Firenze mi aspetta la troupe e a Campi Bisenzio una dottoressa felice di illustrarmi il suo centro di medicina cinese: posso aprire il mio libro e volare a Bombay senza dover fare tre cose alla volta, senza dovermi preoccupare di altro che di scendere alla fermata giusta. Il bello della trasferta.

Nessun commento: