giovedì 6 dicembre 2012

commenti

se c'è un blog povero di commenti, questo è il mio. A parte l'affettuoso amico che si diverte a darmi del lei, non c'è mai nessuno che dica, quel film che ti è piaciuto tanto è una schifezza, quella fiction che hai ingiustamente denigrato è un capolavoro, basta lamentarti dei figli o qualcosa del genere. Abbonda invece un tipo particolare di spam. E' in inglese. Dice, splendido blog, bellissimi spot e poi m'invita su dei siti porno. Prima o poi per ringraziarli dell'attenzione finirò per andareci. 

4 commenti:

alessia ha detto...

E' vero! meglio avere tanti commenti sulle recensioni piuttosto che un po' di comprensione sui tuoi equilibri precari...

;-)

Anonimo ha detto...

come si va su quei siti porno? Mi indica la direzione, please?

Chiara ha detto...

Per quanto mi riguarda, ho pensato fin dalle prime visite che la scarsità dei commenti fosse in qualche modo legata alla tua scrittura. Recensioni e aneddoti familiari compresi. Una narrazione che solo raramente mi sono permessa di interrompere con le mie riflessioni. Me la godo, quasi ogni giorno, così com'è.
Sarei felice se lo considerassi parzialmente un pregio del tuo blog, nella cacofonia di voci che parlano a sé (quando non appartengono a bocche che affondano i denti dove capita).

Anonimo ha detto...

Ma il tuo/Suo blog e' una deliziosa finestra scritta in un italiano cosi' corretto e scorrevole: a me, quando passo di qui, sembra sempre di respirare aria fresca e certe volte i commenti sono semplicemente superflui. Come ha scritto Chiara prima di me, un'eccezione nella cacofonia di voci che ci circonda.

Francesca