sabato 15 dicembre 2012

il tentativo

dovevo farlo e l'ho fatto. Ho deciso di farlo in modo impulsivo, senza attribuirgli particolare importanza, senza permettermi di coltivare incaute speranze. Tra una mail di lavoro e l'altra, ieri mattina presto ho scritto al direttore di radiotre, che ben mi conosce. Lo spunto e' stato l'annuncio che avevo sentito di un nuovo programma alla radio sulla lingua italiana. Gli ho scritto, mi piacerebbe lavorarci, tornerei alla radio domani stesso, quello che faccio lo lascerei senza rimpianto. Pensavo non mi rispondesse, non subito. Mi ha scritto che li' sono gia' troppi, che e' difficile trovare qualcosa da fare a chi c'e'. Era molto difficile che un tentativo così blando sortisse un effetto. L'ho fatto per me, per dare una risposta alla domanda che mentre mi occupo di cose che mi importano poco ogni tanto si affaccia. Il mio eden perduto si chiama radiotre e non tornandoci non potrà mai deludermi.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Hai fatto bene