domenica 16 dicembre 2012

Ruby Sparks


in Ruby Sparks si intrecciano due temi, uno più interessante dell’altro: il mistero della creatività di uno scrittore, la sua capacita' di dar origine sulla pagina a un essere dotato di vita propria, e la vita di coppia, il desiderio che ha ogni partner di piegare ai suoi desideri la persona con cui sta. Calvin comincia a sognare Ruby, poi scrive di lei, le attribuisce tutte le caratteristiche che lo attirano in una donna, ne fa un bellissimo personaggio, finche' non se la trova in casa. Pensa ad un’allucinazione, ma la vedono anche gli altri e tutti si compiacciono con lui vedendoli così ben assortiti. I problemi sorgono quando Ruby, come ogni donna che si rispetti, comincia a fare le bizze: ora e’ annoiata, ora e’ troppo esuberante, ora e’ troppo appiccicosa. A differenza degli altri uomini, che devono fare i conti con le compagne che si sono scelti, Calvin puo' mutare la sua Ruby: basta che si metta davanti alla macchina da scrivere. Il suo potere lo inebria e lo terrorizza: capisce che l’amore esclude la manipolazione e che il gioco, così com’e’ cominciato, deve finire. Si ritrovera' di nuovo solo e sconsolato? Divertente e inquietante nello stesso tempo, Ruby Sparks si avvale della bravura dei due attori, fidanzati tra loro, Paul Dano e Zoe Kazan (lei ha scritto anche la sceneggiatura).

Nessun commento: