mercoledì 23 gennaio 2013

mercoledi' pomeriggio

abbiamo preso la metropolitana per dieci fermate. La figlia era furiosa, tutta la voglia di andare dalla psicologa le era passata. Siamo emerse in una parte di Roma che non avevamo mai visto. Arrivate con grande anticipo, siamo rimaste ad aspettare senza dirci una parola. La dottoressa ha lasciato che parlassimo di noi e della nostra famiglia. Alla fine la figlia le ha detto che aveva voglia di prendersi l'impegno di andare ai prossimi incontri con lei; io mi sentivo tutta rimescolata dai ricordi a cui avevo dato espressione. Delle due quella che avrebbe bisogno di una bella psicoterapia individuale sono io che scrivo, scrivo, alla ricerca di me.

Nessun commento: