venerdì 18 gennaio 2013

senza neve

ieri il figlio era convinto che oggi sarebbe nevicato e non sarebbe andato a scuola. Mi sventolava davanti agli occhi i vari siti meteo che davano questa possibilità per la citta' di Roma. Stamattina alle sette, nonostante il buio, si capiva che il cielo era terso. Di solito il figlio si alza da solo con la sua sveglia, ma siccome non compariva a colazione, sono andata nella sua stanza a vedere cos'era successo. Con la testa seppellita sotto al cuscino ha mugugnato, sto male. Gli ho messo una mano sulla fronte e l'ho trovato appena sudaticcio. Ho tirato su le tapparelle, gli ho detto, non hai niente, alzati. Dopo mezz'ora era ancora nella stessa posizione e ho rinunciato a farlo uscire. Ora e' chiaro che oggi a scuola non ci voleva proprio andare. Ma perché? Non mi sembra abbia problemi particolari con insegnanti o compagni, prende voti decenti, e' mediamente contento. Mi sa che mi sta venendo il complesso della mamma che non capisce i suoi figli. Bel pasticcio.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Che bei ricordi, quante volte ho mentito anche io così