lunedì 11 febbraio 2013

prendersi i meriti altrui

e' gia' successo altre volte, ma ancora non me ne faccio una ragione. La scena e' la seguente: andiamo a pranzo dalla suocera; mio marito si astrae, pensa ai fatti suoi, io sostengo la conversazione, dandole dei suggerimenti per riempire le sue giornate. Il giorno dopo lei telefona al figlio e gli esprime tutta la sua gratitudine per i suoi buoni consigli. Che sia un film, un libro, un programma televisivo, lei cancella la mia voce e i miei connotati e li sostituisce con quelli dell'amato figlio. Lui me lo racconta ridendo e mi dice, ci vuole talento per prendersi i meriti altrui, io sono un maestro in quest'arte.

1 commento:

alessia ha detto...

ha ragione suo marito, ci sono persone che si sono comprate la casa con questo metodo..