martedì 19 marzo 2013

furore e domande

e se tutta questa meticolosità, puntualità, diligenza di cui mi ammanto non fosse che una gabbia in cui m'imprigiono? Quand'e' l'ultima volta che ho stupito me stessa? Quand'e' che ho riso fino a star male? Gli striminziti e meditati post in cui mi racconto non sono l'ennesima dimostrazione del senso formichesco con cui svolgo i miei presunti doveri? Come s'impara la leggerezza?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Hai mai provato a vivere con il naso per aria?

Anonimo ha detto...

Gentile signora, ha mai pensato di lasciarsi andare? Di mollare il freno?