martedì 12 marzo 2013

l'antipatia

strano fenomeno l'antipatia. A differenza della simpatia e' quasi sempre reciproca: tu puoi stare simpatica a qualcuno e non considerarlo tanto, ma se stai antipatica a qualcuno, quasi certamente lo troverai detestabile. Per quanto mi riguarda, ho due protipi di persone antipatiche, uno nella vita privata e uno in quella pubblica. Il primo e' l'autore del programma a cui ho collaborato a settembre: non ci siamo mai piaciuti e non ce lo siamo mai nascosti. Oggi mi sono prestata a partecipare al suo provino come conduttore: se l'e' cavata bene, meglio di quanto pensassi, ma non e' questo il punto, il punto e' che io ho perso un'ora in studio ad assisterlo nella sua performance, facendo finta di essere un imprenditore di via Paolo Sarpi e lui non mi ha detto neppure grazie. L'antipatico pubblico per me invece e' Matteo Renzi: mi dico, ho sbagliato a non votarlo alle primarie, lui ci avrebbe fatto vincere, contro di lui sia Grillo che Berlusconi avrebbero avuto le armi spuntate. Me lo dico e appena lo vedo in tv cambio canale.

Nessun commento: