giovedì 4 aprile 2013

L'ultimo papa re

Luca Manfredi, il regista della miniserie televisiva ispirata a In nome del papa re di Luigi Magni che andrà in onda su Raiuno lunedì e martedì prossimo, ha il sogno di rifare per la tv anche altri successi del cinema italiano. Ha senso questa operazione? Forse sì dal punto di vista degli ascolti: gli anziani signori che sono il pubblico privilegiato della prima rete rai possono apprezzare la riscrittura in chiave moderna di film che hanno amato e non si ricordano più tanto bene. Il ruolo che fu di Nino Manfredi, padre di Luca, è affidato a Gigi Proietti, che si è dichiarato molto contento di interpretare Monsignor Colombo nella Roma del 1867. La contessa Ricci che dal monsignore ha avuto un figlio illegittimo è Sandra Ceccarelli. Quando le ho chiesto una breve intervista è scappata in bagno e c’è stata un bel po’. E’ una donna bellissima, dall’aria fragile e schiva, non pareva a suo agio sullo sfondo degli arazzi della sala A di viale Mazzini. Al solito la miniserie prevede una “sottostoria giovanile”: un triangolo amoroso tra il figlio del monsignore, il suo migliore amico e la ragazza di cui sono entrambi innamorati. E’ il papa re ma potrebbe essere trilussa o qualcun altro: questo passa il convento di raiuno.  

Nessun commento: