domenica 12 maggio 2013

veloce rientro

faceva caldo e non c'era il sole, poi si e' alzato un ventaccio e ha pulito il cielo, ma in spiaggia non si stava più bene. Ci siamo ritirati nel nostro giardino ancora incolto, il pomeriggio e' passato tra tentativi di abbronzatura, letture, pulizia della casa. Abbiamo rimpacchettato tutto, e la cena con le vongole si e' fatta a Roma con gli stessi che dovevano raggiungerci al mare. La figlia, che era rimasta in citta', ha mangiato con noi, poi e' corsa all'ennesima festa di diciotto anni e agli internazionali di tennis. Ho davanti a me la mia domenica tipo: palestra, pranzo dalla suocera, cinema. Non chiedo di meglio. Perché soffrire al mare per il tempo incerto quando davanti c'e' ancora tutta l'estate?

1 commento:

Anonimo ha detto...

Però l'auto era splendente