martedì 25 giugno 2013

disarmonie familiari

se pensavo che tornando dalla nostra breve vacanza avremmo trovato in casa un clima accogliente e disteso, mi illudevo di brutto. Aggressivi, nervosi, annoiati, i ragazzi si sono impegnati più che potevano nella missione di farci sentire genitori degeneri, indifferenti alle loro sorti, capaci solo di darsi alla pazza gioia. L’unica cosa buona di questo momentaccio familiare è che i due figli hanno costituito un fronte comune: i nemici siamo noi, tra loro si spalleggiano e si proteggono reciprocamente. In nostra assenza domenica sera sono persino andati a mangiare una pizza loro due soli. All’inizio di luglio dovevano andare al mare: ora uno si è messo a studiare come un pazzo per il patentino, l’altra ha ancora feste in città. Sarò degenere ma non vedo l’ora che partano.  

Nessun commento: