martedì 4 giugno 2013

la telefonata

finisco l'intervista alla Casa delle letterature e mentre attraverso Castel Sant'Angelo chiamo il marito. È andata bene, oggi Maria Ida era di ottimo umore, ora sto andando alla Dear, ho duemila cose da fare... Ci metto un po' a capire che mi ha risposto, ma non mi sta ascoltando. Potrei dire qualsiasi cosa. O è in riunione o è immerso nei suoi pensieri. Vabbe' ciao, tronco. Non registra neanche questo. È un po' stressato ultimamente. Meglio limitare le telefonate a comunicazioni indispensabili.

Nessun commento: