domenica 14 luglio 2013

al pronto soccorso di Fondi

ieri sera andando in discoteca con gli amici, la figlia è inciampata. Ha ballato tutta la sera sulla caviglia gonfia, ed è andata a dormire alle tre. All'una dovevamo partire per Roma: entro le sette di sera deve essere alla Luiss per l'iscrizione alla settimana di orientamento con esame finale e domenica mattina ha il biglietto per Mykonos. Si è alzata dal letto zoppicando. Siamo da un'ora nella sala d'aspetto del pronto soccorso di Fondi. Dieci minuti fa si è affacciato un medico. Ci ha detto che è solo qui con due infermieri, e che il tecnico di radiologia deve venire da Terracina. Se ce l'avessero detto subito...  Mentre noi siamo qui che aspettiamo, il traffico verso la città cresce. Riusciremo a fare la radiografia, a passare da casa e a portarla alla Luiss? In questa saletta tra le montagne in compagnia di due extracomunitari che sembrano far parte dell'arredamento e tre rumorose macchine per le bibite il tempo scorre pianissimo

Nessun commento: