sabato 27 luglio 2013

il momento più bello

cala il sole, e le barche, una a una, prendono la via del porto. I pochi che dormono in rada si dispongono distanti dagli altri. Il caldo è finito, i rumori pure. C'è chi fa un ultimo bagno, chi prepara la cena. Dondoliamo appesi alla nostra ancora, la sera è lunga e pigra e ci si stende davanti.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Attacco di alitosi lirica?

volevoesserejomarch ha detto...

Che brutta espressione, quanto doveva essere brutto il mio post?

Anonimo ha detto...

E "ci si stende davanti" vuol dire che state sdraiati a prua?

Anonimo ha detto...

Poteva anche finire con 'e naufragar m'è dolce in questo mare'