venerdì 12 luglio 2013

l'ombrellone vuoto

dopo i primi giorni passati al mio fianco,  il figlio ha finalmente ritrovato l'amico dell'anno scorso e si è volatilizzato di giorno e di sera. La figlia, ogni tanto passa di qua, circondata da uno stuolo di amiche. Non c'è più Isabella che si riempie di crema e che riempie di crema Margherita, non c'è papà che attacca discorso con tutti, non c'è Virginia, sempre pronta per una passeggiata. Sotto l'ombrellone ci sono solo io e il mio libro. 

1 commento:

Anonimo ha detto...

e anche molti pensieri , l'importante è che siano belli e non (troppo) malinconici