lunedì 1 luglio 2013

letture insoddisfacenti

in previsione della settimana di vacanza che mi aspetta ho intensificato il mio ritmo di lettura e di interviste: devo fare magazzino. Mi sono imbattuta in una serie di testi italiani recenti così così, due gialli al femminile e un saggio romanzato. Sono libri abbastanza brevi che però ho letto a fatica perché non m’importava abbastanza di sapere come andavano a finire. Si sente la buona volontà di chi scrive, ma non si va al di là di qualche trovata: nel caso dei romanzi i personaggi sanno di già visto, di già sentito; un’autobiografismo appena velato domina in tutti e tre i casi. Se volete raccontarvi, perché non scrivete un blog invece di intasare le librerie?

1 commento:

Anonimo ha detto...

Quando capirai che sei tu a dover pubblicare un romanzo?