lunedì 26 agosto 2013

fuori dalla porta


alle otto e un quarto del mattino trovo una Dear deserta. Arrivo di fronte alla mia stanza e sulla porta non c’e' più il foglio che indica il programma. La mia chiave non apre. Scendo a chiedere un'altra chiave ma, anche armeggiando con la copia, la porta resta serrata. Prima di concludere che sono stata assegnata ad un'altra collocazione o cacciata, chiedo aiuto a due operai che vagano in corridoio. Maltrattando la serratura, uno di loro mi fa entrare. Il resto della giornata non è stato all’altezza del suo inquietante inizio.

1 commento:

Anonimo ha detto...

e non ti ha sfiorato l'idea di fuggire? non ti meritano.