sabato 10 agosto 2013

sfogliatelle per tutti

ieri mattina la tensione che si andava accumulando nell'aria e' esplosa tutta in una volta: raramente ho visto mio padre così arrabbiato. C'e' stato uno scontro sotto l'ombrellone tra lui e mia sorella a proposito della visita della sua amica di tango, o meglio a proposito della sua fissazione per il tango, che finisce per emergere in ogni conversazione. Io non c'entravo, non mi sogno di dire agli altri di che devono o possono parlare. Sono pero' finita nel novero delle figlie cattive che vorrebbero il vecchio babbo in pantofole davanti alla televisione, invece che su una pista da ballo. (Non amo le pantofole e neppure la televisione, più lui e' contento più sono contenta anch'io). A sciogliere la situazione incresciosa c'ha pensato il maltempo: il cielo si e' coperto, una specie di tromba d'aria si e' abbattuta sullo stabilimento, mio padre e' fuggito a casa, mia sorella e' rimasta fiduciosa ad aspettare il sole che e' ricomparso nel tardo pomeriggio. La sera abbiamo cenato tutti da me e all'inizio, tra alici e sogliole fritte, regnava uno strano silenzio. I ragazzi ridevano e scherzavano, ma il nonno restava muto e con la mascella contratta. Il buon cibo gli ha sollevato il morale. Stamattina si e' presentato in spiaggia con un enorme vassoio di sfogliatelle appena sfornate. L'emergenza tango e' superata. Ad essere in crisi ora e' il marito che vorrebbe partire per lidi lontani con moglie e figli. I due adolescenti stanno pianificando gran feste di ferragosto e non hanno alcuna intenzione di seguirlo. Minaccia di partire da solo. Come sono rilassanti le vacanze in famiglia.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Scappa lieve come una sfogliatella e goditi la tua vacanza, troppa famiglia è un lavoro

Anonimo ha detto...

Ma soprattutto perché un uomo di 80 anni non può divertirsi? Spiega a tua sorella che basta chiedere lumi a chi ha genitori di quell'età che vivono con badante