domenica 22 settembre 2013

Grandmaster


piove tanto in Grandmaster, il film di Wong Kar-wai  dedicato al kung fu e la pioggia, così come la neve, entra nei combattimenti, accompagnando con le gocce di taglio i voli dei contendenti. Tony Leung presta la sua faccia intensa al maestro di arti marziali Ip Man e la vita di quest’uomo e' lo spunto per raccontare la storia cinese della prima meta' del Novecento. Ip Man viene sconfitto una volta sola, da Gong Er , una giovane donna, per cui prova un intenso trasporto, ricambiato ma solo a distanza. C’e' anche un cattivo: l’allievo prediletto del padre di Gong Er, che prima si vende ai giapponesi, poi uccide il maestro, tradendo lo spirito di ciò che ha imparato. Un film girato in modo splendido. Non tutto si capisce ma non importa: Wong Kar-wai ci ha trasportato per due ore in un mondo altro ed e' stato un bel viaggio.

Nessun commento: