lunedì 2 settembre 2013

il ritorno in macchina

chiusa (temporaneamente) la casa al mare, saliamo in macchina in cinque (oltre ai figli, diamo un passaggio al loro amico Alessandro). Aizzati da quest’ultimo, i due partono in quarta con le loro rivendicazioni motoristiche. La figlia vuole strapparci il permesso di usare la macchinetta anche quando esce la sera, il figlio vuole l’autorizzazione ad andare a scuola in motorino finché la sorella non prenderà la patente e gli lascerà il suo mezzo. Due ore di martellamento su questi temi non li augurerei al mio peggior nemico. Dove abbiamo sbagliato e quando? Quelle belle famiglie in cui si dice una cosa una volta per tutte e non si sta sempre a rinegoziare…

1 commento:

Anonimo ha detto...

Io avrei abbandonato Alessandro nell'agro pontino